Caffè Arabica e Caffè Robusta: cosa c’è da sapere!

Lo sappiamo tutti: il caffè è un elemento insostituibile nella casa di ogni italiano. Nel tempo abbiamo imparato ad apprezzarlo in ogni sua variante e miscela (Caffè arabica e robusta, Caffè liberica ed excelsa, ecc…) , fino a scegliere quella che più ci identifica.

Ma cosa intendiamo per miscela?

In realtà altro non è che la combinazione di differenti specie di caffè; ed in base ad una maggiore o minore percentuale di un tipo anziché un altro si ottengono caffè differenti nel gusto, nell’aroma e nella corposità.
Esistono circa 60 piante di caffè differenti. Solo 4 di esse, però, sono quelle più diffuse dal punto di vista commerciale (per via dei costi, dei frutti, della coltivazione): Caffè Arabica, Caffè Robusta, Caffè Liberica e Caffè Excelsa.

Caffè Arabica e Caffè Robusta: cosa c’è da sapere!

Tra le quattro specie sopra elencate, la quasi totalità della diffusione e produzione è da dividere tra il Caffè Arabica ed il Caffè Robusta; andiamo, quindi, a scoprire qualcosa in più su quelli che quasi sicuramente sono i due tipi di caffè che stai bevendo nella tua miscela.

Il Caffè Arabica è la specie coltivata da più tempo, infatti la si utilizza ormai da secoli. Questo l’ha portata anche ad essere la specie più diffusa per quanto riguarda la produzione: il circa il 70% del caffè prodotto nel mondo, infatti, è Caffè Arabica.

Il Caffè Robusta, nonostante sia più “giovane” d’età è riuscito a farsi largo tra le altre specie, fino a raggiungere quasi il restante 30% del caffè prodotto nel mondo.

Proprio perché, da sole, coprono la quasi totalità del caffè in circolazione, andiamo a capire quali sono le differenze fondamentali delle due specie.

Differenze genetiche tra Caffè Arabica e Caffè Robusta

Dal punto di vista genetico, abbiamo che il Caffè Arabica ha 44 cromosomi, mentre il Caffè Robusta ne ha l’esatta metà: 22 cromosomi.

Dall’altra parte, invece, il Caffè Robusta ha quasi il doppio della caffeina rispetto al Caffè Arabica; infatti nella prima la percentuale di caffeina varia dal 1,7% al 4%, mentre per la seconda la percentuale si abbassa fino a posizionarsi tra lo 0,9% e l’1,9% . Una bella differenza vero? Beh, tenetelo presente se vi occorre una “spinta in più” o se non riuscite a chiudere occhio!

Dal punto di vista visivo, le due specie si differenziano perché il Caffè Arabica ha un chicco più grande, ovale e con un solco quasi ad “S”, mentre il Caffè Robusta ha un aspetto più rotondo, più piccolo e con un solco più “dritto”.

Inoltre il Caffè Arabica è una pianta più vulnerabile rispetto alla specie Robusta e, per questo necessita di maggiore attenzione. Fattore questo, che contribuisce al costo maggiore dell’Arabica rispetto al Robusta.

Differenze nelle coltivazioni tra Caffè Arabica e Caffè Robusta!

La forte differenza tra le due specie si ritrova anche nelle zone di coltivazione preferite per una o per l’altra, infatti:

Il Caffè Arabica predilige quote molto elevate, tra i 600 ed i 2000 metri, necessita di terreni ricchi di minerali e di piogge. Esso viene coltivato quasi esclusivamente in America centrale e del sud, in Africa (principalmente in Kenia ed Etiopia).

Il Caffè Robusta invece, cresce più agevolmente a livello del mare ed in condizioni di elevata umidità. Viene coltivato principalmente in Indonesia, Vietnam e nei Paesi africani del Camerun e della Costa d’Avorio

Differenza di gusto tra Arabica e Robusta

Partendo la fatto che la caffeina presente nel Caffè Arabica sia circa la meta del Caffè Robusta si può capire come le due specie abbiano caratteristiche gustative totalmente differenti.

La specie Arabica, infatti, produce un caffè dal un gusto più delicato, dove è presente un’acidità più spiccata. Inoltre, grazie all’elevata presenza di oli, esso è più aromatico e meno amaro. In tazza si presenta color nocciola dal riflesso rossiccio, con una crema compatta e talvolta striata.

La specie Robusta, invece, produce un caffè decisamente più corposo, con un’acidità meno accentuata. Per la presenza meno evidente di oli, esso è meno aromatico e più amaro. In tazza si presente con un nero più intenso, con una crema più scura e spessa.

L’esigenza di dare a un caffè sia il corpo che l’aroma, porta a miscelare le due specie in percentuali differenti, ottenendo così un’infinita varietà di scelta. Per ogni amante del caffè, il suo caffè!

Noi ci abbiamo messo del nostro, pensando a diverse miscele, partendo dalla seducente miscela con 80% arabica e 20% robusta, fino all’esuberate con la robusta a fare da protagonista.

E tu? a te…. Non resta che provarle?

Caffè decaffeinato: tutto quello che c’è da sapere!

Che siano motivi di salute, o per cambi di gusto, o semplicemente per curiosità, sempre più italiani si avvicinano al mondo del caffè decaffeinato. Ma quanti sanno come viene ottenuto e quali sono le proprietà e caratteristiche da tener presente? A darvi una mano nel fare luce sull’argomento vi aiutiamo noi!
Read More

Tostatura del caffè: le migliori compatibili nespresso la fanno lenta!

Dì la verità, quante volte ti è capitato di assaggiare un’ottima tazzina di caffè e quante altre invece era pessimo? Ma sapresti capire a quale delle due opzioni andrai incontro già prima di accendere la tua nespresso?
Un piccolo trucco per riconoscere le migliori capsule compatibili nespresso te lo sveliamo noi: ci si deve basare sulla tostatura del caffè.
Read More

Perché dovresti scegliere le capsule compatibili Cuorespresso?

Nel mare magnum delle capsule compatibili Nespresso*, diventa difficile la scelta di quelle migliori. Come orientarsi per non prendere “cantonate”?  Molti si chiedono quali siano le differenze tra una tipologia di caffè in capsula e un’altra. In questa mini guida, noi di Cuorespresso vi aiuteremo a orientarvi
Read More

Ora caffè, scopri quando conviene berlo!

In Italia, abitualmente si beve caffè, ma quando conviene berlo? Quando è il momento di dire “ora Caffè”?
Di prassi e per consuetudine, siamo soliti bere il caffè per piacere, per abitudine, per socializzare e per il suo speciale gusto. Il segreto di tanto successo è cercato in tanti fattori: per alcuni è nella tostatura; per altri sta nel mix tra varie specie; altri ancora sostengono che il suo speciale sapore dipenda molto dall’acqua. Read More

Come preparare un buon caffè macchiato in casa

Un tempo il caffè preparato con la moka; era una tradizione oltre che un’abitudine. Oggi, grazie alle moderne macchine, prendere il caffè con tutte le sue varianti possibili è diventato un vero piacere. Caldo e cremoso al punto giusto, riempie di profumo la stanza ogni volta che si prepara; una delle versioni che piace di più agli italiani è il buon caffè macchiato, specie se fatto in casa con la macchinetta per espresso.Read More

Pausa caffè in ufficio, scopri perchè sono necessarie!

Si chiama appunto pausa caffè, ed è quella che consente agli impiegati, operai e colleghi di lavoro un piccolo ristoro; un momento per staccare la spina e ritrovare un po’ di carica. Il caffè offre momento di convivialità; si scambiano quattro parole con i colleghi agitando il cucchiaino nella tazzina, piccoli momenti che vorremmo durassero una vita tanto ci fanno piacere.Read More